GIUSEPPE VERDI

La Traviata

Melodramma in tre atti di Francesco Maria Piave

Terzo capolavoro della trilogia popolare, La traviata è considerata una delle opere più significative del genio verdiano. Il soggetto è quello di Alexandre Dumas figlio, il discusso “La dame aux camélias”, che il compositore decide di ambientare coraggiosamente in epoca coeva. La prima rappresentazione, andata in scena alla Fenice di Venezia nel 1853, fu un clamoroso insuccesso non solo per la scarsa qualità dei cantanti, ma soprattutto per l’audacia del soggetto e la modernità della partitura. Qui Verdi elimina la consueta ouverture e compone due preludi orchestrali (al primo e al terzo atto) che descrivono in modo accurato e sottile l’atmosfera emozionale che andrà sviluppandosi in tutta l’opera.

La storia tratta la vicenda amorosa di Violetta, smaliziata donna mondana, e Alfredo, suo spassionato ammiratore. Solo con lui la donna si scoprirà innamorata per la prima volta, ma ad opporsi alla loro unione dapprima sarà Germont, il padre di Alfredo, e poi la malattia che porterà Violetta inesorabilmente alla morte.

Produzione del TCBO

con Teatro Regio di Parma

28 | 30 Aprile 2019

2 | 3 | 4 | 5 | 7 | 8 Maggio 2019

Acquista

DIRETTORE

REGIA, SCENE E LUCI

Andrea Bernard

DOM | 28 | APR | Turno Prima | H: 20.00
MAR | 30| APR | Turno FA | H: 20.00
GIO | 02 | MAG | Turno P | H: 18.00
VEN | 03| MAG | Turno A | H: 20.00
SAB | 04 | MAG | Turno FA | H: 18.00
DOM | 05 | MAG | Turno D | H: 15.30
VEN | 07 | MAG | Turno C | H: 18.00
MER | 08 | MAG | Turno B | H: 20.00

CAST

VIOLETTA
VALÉRY

Mariangela Sicilia

VIOLETTA
VALÉRY

Luisa Tambaro

ALFREDO GERMONT

ALFREDO GERMONT

Wang Chuanyue

GIORGIO GERMONT

GIORGIO GERMONT

Angelo Veccia

28 apr, 3 | 5 | 8 mag

30 apr, 2 | 4 | 7 mag

28 apr, 3 | 5 | 8 mag

30 apr, 2 | 4 | 7 mag

28 apr, 3 | 5 | 8 mag

30 apr, 2 | 4 | 7 mag

FLORA BERVOIX

Aloisa Aisemberg

MARCHESE D’OBIGNY

Riccardo Fioratti

BARONE DOUPHOL

Paolo Marchini

GASTONE

Rosolino Claudio Cardile

DOTTOR GRANVIL

Francesco Leone

AUTORE

Giuseppe Verdi

Giuseppe Verdi (1813-1901) è il compositore d’opera al quale più è legata l’identità italiana, perché durante la sua lunga carriera ha intonato i valori e i sentimenti più intimi di un paese frammentario che con la sua musica e i suoi testi ha imparato a parlare l’italiano.
Fra i temi prediletti dal maestro di Busseto anche le varie contraddizioni insite nel rapporto genitori-figli, interpretato da capolavori come Rigoletto, Il trovatore, La traviata, Simon Boccanegra, Luisa Miller.

SCENE

ALBERTO BELTRAME

COSTUMI

ELENA BECCARO

COLLABORATORE ALLE LUCI

DANIELE NALDI

MOVIMENI COREOGRAFICI

MARTA NEGRINI

MAESTRO DEL CORO

ALBERTO MALAZZI