GAETANO DONIZETTI

Lucrezia Borgia

“Pigliate la deformità morale più orrida, più ributtante, più completa, mettetela dove risalta meglio, nel cuor di una donna […], poi mescolate a tutta questa difformità morale un sentimento puro, il più puro che la donna provar possa, il sentimento materno”. Queste sono le parole che utilizza Victor Hugo per descrivere la tragedia Lucrezia Borgia, da lui scritta e dalla quale Donizetti ha tratto la propria opera in un prologo e due atti, messa in scena per la prima volta nel 1833. Lucrezia, protagonista di questo dramma, cerca la redenzione nella purezza dell’amore per il figlio, ma le vicende che lei stessa mette in moto daranno al suo amore il sapore del veleno, della morte.

Nuova produzione del Teatro Comunale di Bologna
con Auditorio de Tenerife, Opera de Oviedo e Teatro de la Maestranza

16 | 17 | 18 | 20 | 21 | 23 | Giugno 2020

ACQUISTA

MAR | 16 | GIU | Turno Prima| H  20.00
MER | 17 | GIU | Turno c | H  18.00
GIO | 18 | GIU | Turno A | H  20.00
SAB | 20 | GIU | Turno P | H   18.00
DOM | 21 | GIU | Turno D | H 15.30
MAR | 23 | Turno B | H 20.00

Cast

ALFONSO I D’ESTE

LUCREZIA BORGIA

LUCREZIA BORGIA

GENNARO

MAFFIO ORSINI

MAFFIO ORSINI

JEPPO LIVEROTTO

DON APOSTOLO GAZELLA

ASCANIO PETRUCCI

OLOFERNO VITELLOZZO

ASTOLFO

COMPOSItorE

Gaetano Donizetti (1797-1848) è il compositore italiano del XIX secolo più prolifico: nel suo catalogo si contano oltre settanta titoli operistici di generi diversi. Facente parte del repertorio semiserio L’elisir d’amore insieme a La fille du régiment  e Don Pasquale, alle opere serie della “trilogia Tudor” (Maria Stuarda, Anna Bolena, Roberto Devereux) e a Lucia di Lammermoor, lo pongono come uno dei più amati e noti esponenti del Romanticismo musicale.

SCENE

ANDREA BELLI

COSTUMI

GIULIA GIANNINO

LUCI

ALESSANDRO CARLETTI

LUCI RIPRESE DA

DANIELE NALDI

MAESTRO DEL CORO

ALBERTO MALAZZI