Stagione
 / Eventi 2011 - 2015
Evento
22 May 2015 - 23 May 2015
Quattro passi con Rossini
Diverdeinverde 2015
 
Interpreti

Quattro passi con Rossini

Nell’ambito di Diverdeinverde 2015

 

Venerdì 22 maggio

Teatro Comunale, Foyer Respighi, ore 18.30*

Il talento della giovinezza

Sonata per archi n. 1 in Sol maggiore, Sonata per archi n. 3 in Do maggiore

Orchestra del Teatro Comunale di Bologna

 

Oratorio di Santa Cecilia, via Zamboni 15, ore 20
Fra sacro e profano
Ave Maria, tre cori religiosi: Fede, Speranza e Carità, aria O salutaris hostia per soprano,
Passeggiata, Il carnevale di Venezia, Quartetto pastorale, I gondolieri, Toast pour le nouvel an
Coro del Teatro Comunale di Bologna diretto dal Maestro Andrea Faidutti
soprano Roberta Pozzer, pianoforte Nicoletta Mezzini

 

Sabato 23 maggio

Confcommercio Ascom, Sala dei Carracci, Strada Maggiore 23, ore 11.30

Ricordi di un salotto bolognese

musiche di Rossini, Donizetti, Golinelli, testi di Rossini, Sampieri, Stendhal, Pepoli

soprano Maria Adele Magnelli, tenore Massimiliano Brusco, pianoforte Stefano Conticello

attori allievi della Scuola di Teatro Alessandra Galante Garrone

 

Villa Baruzziana, Via dell’Osservanza 19, ore 16

Note a margine di una corrispondenza

musiche di Rossini da Les Soirées musicales , Péchés de vieillesse, Quaderni rossiniani

testi di Rossini, Baruzzi, Canova, De Maria, Tognetti, Donizetti

soprano Silvia Calzavara, pianoforte Cristina Giardini

attori allievi della Scuola di Teatro Alessandra Galante Garrone

 

Rassegna musicale a cura di Cristina Giardini

 

Ingresso gratuito

 

* Il 22 maggio alle 17.30 è offerta la possibilità di una visita al Teatro Comunale di Bologna. Prenotazione obbligatoria telefonando al numero 051 529958 o via E-mail a: teatro@comunalebologna.it indicando in oggetto Prenotazione visita 22 maggio.

 “Quattro Passi con Rossini”

 

Questa breve rassegna prevede quattro appuntamenti dedicati alla musica da camera di Gioacchino Rossini, un’occasione preziosa per ascoltare brani straordinari, racchiusi anche in poche pagine, in parte ampiamente conosciute, in parte inconsuete e meno eseguite.

Nata in collaborazione con l’evento “Diverdeinverde”, dal 22 al 24 maggio, una tre-giorni di apertura eccezionale degli spazi naturalistici presenti nel contesto urbano e nelle prime colline adiacenti la città, si svolge come una passeggiata in compagnia della musica, sulle tracce della permanenza del compositore a Bologna, in un ideale percorso fra memoria storica e tradizione.

Nell’associare alla curiosità delle persone, che scoprono ammirate ciò che solitamente è occultato da un muro, la gioia nel varcare la soglia di giardini che solo l’amore e la cura hanno conservato in maniera davvero virtuosa, vi è l’interesse autentico di regalare gratuitamente un ambito segreto e prezioso, per contribuire al recupero di quello che ci accomuna e ci fa sentire cittadini di un territorio, con una storia e una peculiare identità.

Camminare piacevolmente per le vie di Bologna e delle sue aree verdi, con la possibilità anche di ascoltare Rossini, può essere quindi un modo delizioso per ricordare quest’appartenenza urbana, guidati da un tutor d’eccezione da sempre fedele ed attento, l’istituzione del Teatro Comunale, che ha voluto partecipare all’iniziativa con l’orchestra, il coro, i pianisti e alcune voci soliste, offrendo generosamente questa opportunità ad un pubblico in movimento, curioso e motivato. Arricchisce la rassegna, curata da Cristina Giardini, anche la preziosa collaborazione degli attori allievi della Scuola di Teatro Alessandra Galante Garrone.

Proprio nel Foyer Respighi del Teatro si svolgerà il primo appuntamento, in omaggio ai grandi successi ottenuti dal compositore in questo tempio della musica. Verranno eseguite due sonate per archi, considerate autentici capolavori del repertorio orchestrale, scritte in un’epoca in cui, ancora giovane studente, si distingueva già per il suo estro geniale. Questo concerto, organizzato per venerdì 22 maggio alle ore 18.30, si abbina all’apertura del Giardino del Guasto e offre la possibilità, con prenotazione obbligatoria ( 051 529958 o teatro@comunalebologna.it ), anche di una visita guidata del Teatro.

All’interno dell’Oratorio di Santa Cecilia nel complesso di San Giacomo, sempre in Via Zamboni, sarà eseguito lo stesso 22 maggio alle ore 20,00   il secondo concerto, quello dedicato alla musica da camera per Coro e accompagnamento pianistico. In occasione della festa di Santa Rita, solennità tanto amata dai bolognesi e celebrata fin dal mattino con numerose cerimonie religiose e con la benedizione delle rose, si renderà omaggio anche al compositore che proprio qui, nel Liceo musicale della città - l’odierno conservatorio - fu per anni instancabile guida e promotore di innumerevoli concerti per studenti e affermati musicisti.

Il terzo appuntamento, quello di sabato 23 maggio alle ore 11.30, troverà la sua cornice nella splendida Sala dei Carracci, al piano nobile di Palazzo Segni Masetti, in Strada Maggiore n. 23, oggi sede dell’Ascom. Questo luogo di grande bellezza e suggestione accoglie con generosità un concerto che, grazie al contributo dei cantanti, degli attori e del pianista, vuole ricreare l’ambiente salottiero della città dando voce ad alcuni dei protagonisti del nostro Ottocento, musicisti e poeti insigni anche a livello internazionale. Dalle sue finestre, affacciate sulla casa di Rossini ubicata al n. 26 della stessa via, si può ancora leggere l’invito ad “accompagna[re] i versi con le sette note musicali in mezzo ad un profumato boschetto d’alloro”, secondo una delle iscrizioni fatta apporre dallo stesso compositore all’esterno dell’edificio.

L’ultimo incontro di questa rassegna si svolgerà in una sala meravigliosamente conservata di Villa Baruzziana, con gli arredi originali e aperta sul giardino, alle pendici collinari del Colle di San Mamolo, in via dell’Osservanza n. 19. Questa dimora storica, che offre ancora una delle viste più suggestive di Bologna ed è circondata da un parco straordinario aperto per l’occasione alle visite guidate, era la residenza di Cincinnato Baruzzi, uno dei massimi scultori bolognesi dell’Ottocento, caro amico del compositore. In quest’atmosfera davvero unica verrà ospitato lo stesso 23 maggio alle ore 16  il quarto concerto. Ripercorrendo le tappe biografiche dei due artisti, si avrà occasione di rivivere nella musica, nel canto e nei testi, lo stile e il carattere di uno dei luoghi bolognesi più cari dell’epoca, detto l’Eliso, cuore pulsante della cultura cittadina in anni pieni di fermento, intensità e grandi trasformazioni.

 

 

 

22 May 2015 - 16:30
Il talento della giovinezza
Foyer Respighi

22 May 2015 - 18:00
Fra sacro e profano
Oratorio di Santa Cecilia

23 May 2015 - 09:30
Ricordi di un salotto bolognese
Confcommercio Ascom, Sala dei Carracci

23 May 2015 - 14:00
Note a margine di una corrispondenza
Villa Baruzziana

Typo3 Appliance - Powered by TurnKey Linux