Gioachino Rossini

Il Barbiere di Siviglia

(Almaviva, ossia l'inutile precauzione)

Dramma comico in due atti
Libretto di Cesare Sterbini

Composto in poco più di due mesi, Il Barbiere di Siviglia è considerato il capolavoro di Gioachino Rossini. La prima rappresentazione avvenne a Roma nel febbraio 1816 e fu probabilmente per il poco tempo a disposizione che si scelse come soggetto l’ormai consolidata commedia di Beaumarchais, la quale all’epoca era già stata messa in musica ben sei volte. In quest’opera Rossini fa spesso ricorso a materiale musicale già utilizzato in altre opere, ad esempio la sua celebre sinfonia fu scritta prima per l’Aureliano in Palmira e poi presente anche in Elisabetta, regina d’Inghilterra. Il Barbiere di Siviglia non fu da subito apprezzato dal pubblico, ma nel giro di poco tempo divenne simbolo stesso dell’opera buffa e dello stile rossiniano.

La vicenda vede il susseguirsi delle comiche trovate di Figaro, il barbiere e factotum della città, per consentire a Rosina e al Conte d’Almaviva di convolare a nozze a dispetto della volontà di Don Bartolo, tutore della ragazza.

Produzione del TCBO

LEGGI IL COMUNICATO

Domenica 17 ottobre 2021 | H 18.00

Martedì 19 ottobre 2021 | H 20.00

Giovedì 21 ottobre 2021 | H 18.00

Sabato 23 ottobre 2021 | H 20.00

ACQUISTA SU VIVATICKET

Prevendita mini abbonamenti Autunno all’Opera 2021 presso la biglietteria e on-line dal 7 luglio 2021.
Prevendita biglietti Autunno All’Opera 2021 presso la biglietteria e on-line dal 21 settembre 2021.

PRESENTING PARTNER

DIRETTORE

Piergiorgio Morandi

cast

CONTE D’ALMAVIVA

César Cortés

ROSINA

Paola Leguizamon

BARTOLO

Marco Filippo Romano

FIGARO

Roberto De Candia

BASILIO

Nicolò Donini

17 | 19

BASILIO

21 | 23

BERTA

Laura Cherici

FIORELLO

Nicolò Ceriani

AMBROGIO

Paolo Faroni

UN UFFICIALE

Gianluca Monti

MAESTRO DEL CORO
GEA GARATTI ANSINI

SCENE
MANUELA GASPERONI

COSTUMI
STEFANIA SCARAGGI

LUCI
DANIELE NALDI

COMPOSITORE

Gioachino Rossini

Compositore italiano nato a Pesaro nel 1792 e morto a Parigi nel 1868.
La sua attività ha spaziato attraverso vari generi musicali ma è ricordato soprattutto per le composizioni di opere liriche tra cui Il Barbiere di Siviglia, L’Italiana in Algeri, La Cenerentola.

Considerato uno tra i massimi operisti nella storia della musica per precocità e velocità di composizione, è conosciuto anche come il Cigno di Pesaro.