STORIE tra arte e storia in palcoscenico

Traviata, o la signora delle camelie

Traviare: allontanare dal cammino intrapreso, allontanare dal retto cammino dell’onestà. Le vicende di una cortigiana narrata da Alexandre Dumas divengono con La Traviata il capolavoro in opera di Giuseppe Verdi, capace di musicare quel demimonde, quella società ottocentesca mondana e dissipata le cui protagoniste incontrastate, recuperando una suggestiva definizione del tempo, sono le “grandes horizontales”. Un tempo intessuto di immagini e racconti capaci di rendere la quotidianità di una Parigi gaudente e libertina in superficie, melanconica e drammatica nella sua essenza. La Parigi che emerge dalle pagine di Emile Zola e dalle tele di Courbet e Millet: tra i protagonisti di una stagione che ha saputo rendere il rapporto tra letteratura e pittura inscindibile, in quella relazione capace di dar vita a un naturalismo che genererà i colori e le tele degli impressionisti. Terminata la stagione delle grandi rivoluzioni civili ci si avvia al progresso di un positivismo che segna l’inizio del secolo nuovo, magnificamente esposto e dipinto in testi e immagini che ancora segnano la nostra quotidianità.

con

Alessandra Necci scrittrice

Alessandra Necci è una biografa storica, autrice di numerose biografie di successo, che hanno vinto molti premi. Si è dedicata, in particolare, allo studio di Napoleone Bonaparte della sua epopea, nonché alla fase della Rivoluzione francese, del Consolato e dell’Impero. Ancora, ha studiato e scritto di Rinascimento italiano e francese del Seicento francese. Avvocato, si è specializzata a Sciences Po a Parigi ed è professore alla LUISS Guido Carli di Roma.

Giovanni Carlo Federico Villa storico dell’arte

Giovanni Carlo Federico Villa, docente universitario di Storia dell’Arte Moderna, è autore di importanti monografie e numerose sono le sue presenze divulgative sui principali canali radiotelevisivi italiani e stranieri.

 

Estratti musicali a cura degli interpreti della Scuola dell’Opera del Teatro Comunale di Bologna

3 DICEMBRE | H 18.30

Teatro Comunale

prezzo

Biglietto intero
15€
  • 10€ Sconto abbonati
  • 5€ Sconto U30