Il Teatro Comunalela casa della musica di Bologna dal 1763

Teatro Comunale the house of music of Bologna since 1763

Il 14 maggio 1763 il Teatro Comunale aprì le sue porte al pubblico con la prima esecuzione de Il trionfo di Clelia di Gluck. La bellissima sala venne commissionata a Antonio Galli Bibiena, membro di una famosa famiglia di architetti e scenografi, e ancora è una macchina acustica perfetta e perfettamente funzionante.

On 14 May 1763, the Teatro Comunale opened its doors to the public with the premiere of Gluck’s The Triumph of Clelia. The beautiful room was commissioned to Antonio Galli Bibiena, member of a famous family of architects and scenographers, and still is a perfect and perfectly functional acoustic machine.

Fiore all’occhiello del territorio emiliano, il Teatro è riconosciuto a livello nazionale e internazionale grazie all’alta qualità dei suoi spettacoli e alla notorietà dei direttori e degli artisti che arrivano da ogni parte del mondo: da Mozart, a Rossini, da Verdi a Wagner per arrivare a cantanti di fama mondiale come Luciano Pavarotti e Mirella Freni e direttori come Toscanini, Von Karajan, Muti e Abbado. Il Teatro Comunale di Bologna ha ospitato e ospita artisti che hanno reso famoso e amato in tutto il mondo il melodramma italiano.

The flagship of the Emilian territory, the Theatre is recognized nationally and internationally thanks to the high quality of its performances and the notoriety of directors and artists who come from all over the world: from Mozart, to Rossini, from Verdi to Wagner to world famous singers such as Luciano Pavarotti and Mirella Freni and conductors such as Toscanini, Von Karajan, Muti and Abbado. Teatro Comunale di Bologna has hosted and hosts artists who have made Italian melodrama famous and loved all over the world.

Stagione 2022 / Season 2022

LA NOSTRA OFFERTA PER TOUR OPERATOR & GRUPPI

OUR OFFER FOR TOUR OPERATORS AND GROUPS

10%


Gruppi superiori alle 15 persone sui biglietti a prezzo intero delle Stagioni di Opera, Danza e Sinfonica + visita guidata gratuita per ogni partecipante.

Groups of more than 15 people on full price tickets of the Opera, Dance and Symphony Seasons + free guided tour for each participant.

15%


Gruppi superiori alle 25 persone sui biglietti a prezzo intero delle Stagioni di Opera, Danza e Sinfonica + visita guidata gratuita per ogni partecipante.

Groups of more than 25 people on full price tickets of the Opera, Dance and Symphony Seasons + free guided tour for each participant.

Più di 40 persone

More than 40 people


Per gruppi superiori alle 40 persone il Teatro Comunale di Bologna si riserva la possibilità di ideare promozioni dedicate.

For groups of more than 40 people, the Teatro Comunale di Bologna reserves the right to create special promotions.

BOLOGNA CITTÀ DELLA MUSICA UNESCO 2006

BOLOGNA UNESCO CITY OF MUSIC 2006

Il Conservatorio Giovan Battista Martini, prima scuola musicale pubblica in Italia, sorge in via Zamboni, accanto alla Chiesa di San Giacomo Maggiore e a due passi dal Teatro Comunale di Bologna. La nuova scuola, inaugurata nel 1804, dava la possibilità di studiare composizione, canto, pianoforte, violino e viola, violoncello e contrabbasso, oboe e corno inglese e dal 1839 ebbe, come direttore onorario, il compositore Gioacchino Rossini.

The Giovan Battista Martini Conservatory, the first public music school in Italy, is in Via Zamboni, next to the church of San Giacomo Maggiore and a near Teatro Comunale. The new school, inaugurated in 1804, offer to young students the opportunity to study composition, singing, piano, violin and viola, cello and double bass, oboe and English horn and from 1839 had, as honorary director, the composer Gioacchino Rossini.

scopri

Inaugurato nel 2004 in Strada Maggiore, il Museo Internazionale della Musica di Bologna nasce per valorizzare l’importanza dell’esperienza bolognese in ambito musicale e rendere accessibile e visibile al pubblico il patrimonio di beni musicali (strumenti, quadri, testi e spartiti) che il Comune della città custodisce.

Opened in 2004 on Strada Maggiore, the International Museum of Music in Bologna was created to highlight the importance of Bologna’s musical experience and to make the city’s heritage of musical assets (instruments, paintings, texts and music sheets) accessible and visible to the public.

scopri

Fondata nel 1666 da Vincenzo Maria Carrati, l’Accademdia Filarmonica di Bologna nacque con l’intenzione di salvaguardare il prestigio musicale e la professionalità dei suoi membri. L’Accademia acquisì presto un grande prestigio in tutta Europa e esservi ammessi era ambizione di molti musicisti. Il 9 ottobre 1770 anche il quattordicenne Wolfgang Amadeus Mozart entrò a farne parte.

Founded in 1666 by Vincenzo Maria Carrati, the Accademia Filarmonica di Bologna was born with the intention of safeguarding the musical prestige and professionalism of its members.

The Academy soon acquired great prestige throughout Europe, and to be admitted to it was the ambition of many musicians. On October 9, 1770, 14-year-old Wolfgang Amadeus Mozart also joined.

scopri

La Collezione di strumenti musicali Tagliavini è custodita all’interno del complesso di San Colombano a due passi da Piazza Maggiore. Ancora oggi custodisce la collezione di strumenti musicali antichi, donata dal Maestro Luigi Ferdinando Tagliavini, organista e musicologo bolognese. Una raccolta unica per pregio che abbraccia oltre novanta strumenti quasi tutti funzionanti.

The Tagliavini Collection of Musical Instruments is housed inside the San Colombano complex next to Piazza Maggiore. It has a prestigious collection of antique musical instruments donated by Maestro Luigi Ferdinando Tagliavini, organist and musicologist from Bologna. It is a unique collection in terms of value, encompassing over ninety instruments almost all of which are are still functioning.

scopri

Per completare il tour di Bologna Città della Musica è possibile visitare anche la Basilica di San Petronio con il suo bellissimo organo del XV secolo tutt’ora funzionate, la Basilica di San Domenico e il suo coro ligneo del XVI secolo e la Chiesa di Santa Maria dei Servi col suo organo a trasmissione meccanica.

Scopri i luoghi di Bologna Città della Musica attraverso la nostra mappa.

To complete Bologna City of Music’s tour you can also visit the Basilica of San Petronio with its beautiful organ of the XV century still  functioning, San Domenico Churc and its wooden choir of the XVI century and the Church of Santa Maria dei Servi with its mechanical tracker- action organ.

Discover the places of Bologna City of Music through our map.

CONTATTI

Tel. (+39) 051 5290590
E-mail: sales@comunalebologna.it