GIUSEPPE VERDI

Don Carlo

Composto per l’Opéra di Parigi nel 1867, Don Carlo è fra le opere di maggior impegno per complessità della messinscena. Tratto da un dramma di Schiller, presenta una trama elaborata e personaggi sui quali viene fatto un profondo scavo psicologico, mettendone in luce le difficoltà nel distinguere il bene e il male, il peso del potere, i contrasti d’amore e il mondo familiare, temi sempre cari a Verdi e qui affrontati in modo particolarmente diretto. La Prima rappresentazione italiana dell’Opera ebbe luogo proprio al Teatro Comunale di Bologna il 27 ottobre 1867.

Nuova produzione del TCBO

06 | 08 | 10 | 12 | 14 |Giugno | 2018

INFORMAZIONE PER IL PUBBLICO:
per tutte le recite non verrà applicata la tariffa last minute

EVENTO CONCLUSO

VENERDÌ 08 GIUGNO 2018 ore 20.00
DIRETTA STREAMING SU YOUTUBE

GUARDA QUI LA DIRETTA STREAMING

Grazie al contributo di

MER | 06 | GIU | Turno Prima | H: 20.00
VEN | 08 | GIU | Turno A | H: 20.00
DOM | 10 | GIU | Turno D | H: 15.30
MAR | 12 | GIU | Turno B | H: 20.00
GIO | 14 | GIU | Turno P | H: 18.00

Cast

RODRIGO

IL GRANDE INQUISITORE

UN FRATE

ELISABETTA DI VALOIS

LA PRINCIPESSA EBOLI

CONTE DI LERMA

L’ARALDO REALE

Rosolino Claudio Cardile

UNA VOCE DAL CIELO

Erika Tanaka

DEPUTATI FIAMMINGHI

Federico Benetti

Alex Martini

Luca Gallo

Paolo Marchini

Abraham Garcìa Gonzalez

Carlo Malinverno

Autori

Giuseppe Verdi – Achille De Lauzières – Angelo Zanardini

Giuseppe Verdi (1813-1901) è il compositore d’opera al quale più è legata l’identità italiana, perché durante la sua lunga carriera ha intonato i valori e i sentimenti più intimi di un paese frammentario che con la sua musica e i suoi testi ha imparato a parlare l’italiano. Fra i temi prediletti dal maestro di Busseto anche l’intreccio tra sentimento e ragion di stato, interpretato in capolavori come Giovanna d’Arco, Don Carlo, Aida, Otello.

PERSONAGGI

Filippo II, re di Spagna, Basso
Don Carlo, infante di Spagna, Tenore
Rodrigo, marchese di Posa, Baritono
Il grande Inquisitore cieco, nonagenario, Basso
Un frate, Basso
Elisabetta di Valois, Soprano
La principessa Eboli, Mezzosoprano
Tebaldo, paggio di Elisabetta, Soprano
La Contessa D’Aremberg, Altro
Il Conte di Lerma, Tenore
L’Araldo Reale, Tenore
Una voce dal cielo, Soprano

Deputati fiamminghi, Inquisitori, Signori e Dame della corte di Spagna, Popolo, Paggi, Guardie di Filippo II, Frati, Familiari del Santo uffizio, Soldati, Magistrati, Deputati delle provincie dell’impero spagnuolo, ecc.

In Spagna verso il 1560.

SCENE

NICOLA RUBERTELLI

COLLABORATORE ALLE LUCI

DANIELE NALDI

COREOGRAFIE

VALENTINA ESCOBAR

MAESTRO DEL CORO

ANDREA FAIDUTTI

 ORCHESTRA E CORO DEL TEATRO COMUNALE DI BOLOGNA

Orchestra di grande tradizione, si sono avvicendati alla sua guida S. Celibidache, Z. Peskó, V. Delman, R. Chailly, D. Gatti. Da gennaio 2015 Michele Mariotti, dopo essere stato Direttore principale dal 2008, ha assunto il ruolo di Direttore Musicale. L’Orchestra del Teatro Comunale è frequentemente invitata all’estero e, in particolare, ha un rapporto privilegiato con il Giappone, dove ha portato sei tournées dal 1993 al 2013.
Dal 1988 partecipa regolarmente al Rossini Opera Festival. Nel marzo 2013 i corpi artistici del Teatro Comunale di Bologna diretti da Mariotti sono stati protagonisti del concerto inaugurale del IV Festival internazionale Mstislav Rostropovich di Mosca eseguendo la Messa da Requiem di Verdi. Nell’ottobre del 2015, le compagini artistiche del Teatro Comunale con il loro Direttore Musicale Michele Mariotti hanno inaugurato la rassegna Lingotto Musica, presso l’Auditorium Giovanni Agnelli di Torino, con lo Stabat Mater e l’Ouverture e le Danze dal Guillaume Tell di Rossini.

Tra le più rinomate compagini corali del panorama internazionale, alla sua direzione si sono succeduti G. Riccitelli, L. Magiera, F. Fogliazza, F. Angius, P. Monti, M. Seminara, P. Vero, L. Fratini e dal 2013 A. Faidutti. Numerose le produzioni discografiche, tra le quali La FavoritaMacbethManon LescautRigolettoLa cenerentola e la Messa Solenne di Rossini. Tra le numerose presenze all’estero si ricordano Amsterdam (1987), Wiesbaden (1994), Giappone (1993, 1998, 2002, 2006, 2011), Savonlinna (2006), Santander (2008), Muscat (2014). Di rilevante importanza il ritorno al Rossini Opera Festival nel 2009. Nel 2001 ha partecipato alla Messa da Requiem di Verdi alla Royal Albert Hall di Londra, per il BBC Proms Festival, con la Royal Philharmonic Orchestra e la direzione di Daniele Gatti. Di rilievo la collaborazione con Bologna Festival per un concerto in formazione a cappella con brani di Coppini/Monteverdi, Palestrina e Pizzetti, collaborazione rinnovata nel 2014 con l’esecuzione di brani di Liszt e Szymanowski. Nel 2011 ha partecipato al Mosè in Egitto per la regia di Graham Vick e la direzione di Roberto Abbado, produzione che ha vinto il premio “Abbiati” quale miglior spettacolo dell’anno.

Altri titoli Opera e Danza